I Colori Del Rosso, Parte Prima

I Colori Del Rosso, Parte Prima

… perché il rosso non è SEMPLICEMENTE rosso. Lo diciamo da sempre, che il colore di un vino è un mosaico di colori.Senza-titolo-1
Sabato scorso ero a cena da amici, niente di elegante ma  tante risate e buona compagnia. In tavola una bella #amatriciana con un bel po’ di sacrilega cipolla e saporita pancetta. Abbiamo aperto una bottiglia di REARTU’ FOFFANI – Rosso Doc 2008. reartu_foglia_web

Preso, aperto, versata senza neanche dargli tempo di respirare, e giù il primo sorso. Quando sei in compagnia ti dimentichi che quella bottiglia sta aspettando il suo magic moment da ben sette anni…
E’  bello quando vedi le facce degli amici che ti dicono “Mmmmhhh buono questo vino, cos’è?”
E’ bello quando vedi che fanno quelle smorfie che sembrano quasi volerlo succhiare neanche fosse una morositas, e gli occhi prendono il colore della soddisfazione: in questo caso… un mosaico di rossi, tutti diversi.

Nel frattempo, dopo aver ripetutamente assaggiato la pasta, democraticamente si decideva che fosse cotta e pronta adessere scolata.

AMATRICIANA-COPAlzi la mano chi non adora quel momento in cui il vapore della pasta calda appena condita, saturo di profumi, si mescola con l’atmosfera allegra di una tavolata di amici. Alla prima forchettata ti ricordi a malapena di verificare l’abbinamento: e bravo REARTU’, ora ti bevo e non ci penso più.

 

 

 

 

(Cronache di ordinaria #Foffanity, novembre 2015)

Con la partecipazione di REARTU’ FOFFANI  2008, Rosso Doc Friuli Aquileia.
Blend di Refosco e Merlot, medio corpo, maturo e piacevolmente arrotondato. Un vino per tutti i giorni, perché è buono.

Share